Meditazione Cabalista: NAPHTALI LEGGEREZZA LIBERAZIONE mercoledì 19 giugno 20,30

Naphtali 🦌🦌🦌 :

Naphtali è una cerva ” leggera ” liberata. che dà parole di bellezza. Gen 49, 21

Siamo quasi alla fine del percorso : leggerezza uguale liberazione,
parliamo di purificazione dai demoni mentali delle paure e scorrere nel flusso.
Lettera He dell’ alfabeto che contiene i 5 livelli dell’ anima per la tradizione mistica.

Nella emozionante storia di Esodo la Cerva è Israele,
tutti quelli che cercano D – o,
sta uscendo dall’ Egitto/Schiavitù e si guarda indietro per
l’ ultima volta con il dubbio se sia stata la scelta migliore.

La radice di Naphtali significa infatti anche Dubbio oppure Favo del Miele, uno dei migliori nutrimenti
e dolcezza, qualità del pilastro centrale dell’ Albero della Vita.
Il dubbio di chi sta per cambiare strada, va verso la liberazione, sa quello che lascia ma non è certo di quello che troverà,
quei momenti in cui occorre coraggio.

Le Benedizioni di Giacobbe ai 12 figli che daranno origine alle 12 tribù : 12 paia ( 24 ) di nervi cranici scendono dalla testa e controllano tutte le funzioni del corpo così 24 sono le costole nel torace.

” Non danneggiate la terra né il mare né gli alberi finché segnamo i servi di D – O sulle fronti.
E ascoltai il numero dei segnati : cento quarantaquattromila segnati da ogni tribù dei figlidi Israele ”
Apocalisse 12,4

Anticamente si digiunava per giorni/mesi affinché si lasciassero andare tutte le resistenze per giungere a determinate esperienze mistiche ma il lasciare andare le rigidità è già una base per la salute mentale e quella fisica di tutti i giorni,
le malattie autoimmuni sono definite in medicina alternativa come una lotta contro sé stessi, contro ciò che saremmo interiormente.
Questo tipo di meditazione eleva significativamente la presenza a noi stessi aiutandoci a ” vedere ” in autonomia i comportamenti che stiamo mettendo in atto nella vita di tutti i giorni e con i quali ci auto sabotiamo.
A livello mistico lo Tseruf agisce sull’ unione delle scintille animiche e sulla trasformazione in luce delle parti Ra, nascoste.

La meditazione si svolgerà in 2 fasi precedute da una breve spiegazione :

1. tseruf / ripetizione di una sequenza di lettere ebraiche secondo le tecniche del mistico Abraham Abulafia di contrazione e rilascio. La vibrazione toracica, unita al movimento e al respiro, agisce in particolare sulle aree fisiche di polmoni, cuore, gola, nuca (callo osseo fra gli emisferi) portando una ossigenazione particolarmente elevata al cervello. In alcuni casi, abbiamo percepito la rotazione del cono energetico corrispondente al chakra del cuore.

2. Esercizio.

Tempo previsto : 1h e 15 min.

Per praticare questa meditazione non è necessario conoscere la lingua ebraica o la cabala.

Offerta consapevole 10 euro.

E’ richiesta gentilmente la prenotazione :

Benetti Diana 349.8133829

Grazie !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *